VIAGGI - ITALY's video story

Questo  è il viaggio forse più incompleto di tutti, più difficile da portare a termine e decisamente anche il più bello.
L'Italia, questo meraviglioso "Bel Paese" è stata per 28 anni la mia casa. Ho vissuto per 17 anni in Lombardia, per 2 anni nelle Marche e per 9 anni in Toscana, ma ho potuto visitare anche molte altre regioni e innamorarmi più e più volte...
Questa volta ho deciso di non utilizzare le foto perché sarebbero migliaia e comunque non riuscirebbero a raccontare le emozioni provate in un ogni borgo, osteria, spiaggia, museo, castello, chiesa e chi più ne ha più ne metta.
Utilizzerò invece dei video che racconteranno in pochi minuti l'anima di ognuna delle regioni che ho avuto il privilegio di visitare e che formano questa meravigliosa eterogenea penisola.
Sono ben cosciente che anche così facendo non renderò giustizia all'immensa bellezza dell'Italia ma spero comunque che il video-articolo che state per vedere possa emozionarvi...

Per emozionarvi appunto e per prepararvi a quello che state per vedere lascio che sia Roberto Benigni ad "aprire le danze" con questo indimenticabile discorso al Parlamento europeo.


Il Copyright dei video che state per vedere è di Rai Trade e questo è il mio canale YouTube dove troverete tutte le regioni d'Italia e molto altro. 



Se volete darmi consigli su quale borgo o città visitare non dovete far altro che scriverlo nei commenti in fondo all'articolo. Aspetto i vostri suggerimenti, fatevi avanti!



















Vuoi dei consigli su cosa vedere, dove dormire e dove mangiare? 
Allora guarda le mie recensioni su Trip Advisor
Se invece vuoi continuare a viaggiare per altre destinazioni ed immergerti in altre culture attraverso le mie foto, vieni a scoprire l'Atlante Fotografico dei miei viaggi oppure visita la sezione Isole e Arcipelaghi 
-----------------------------------------------------------------------------------------------

Lei sfogliava i suoi ricordi
le sue istantanee
i suoi tabù
le sue madonne i suoi rosari
e mille mari
e alalà
i suoi vestiti di lino e seta
le calze a rete
Marlene e Charlot
e dopo giugno il gran conflitto
e poi l'Egitto
un'altra età
marce svastiche e federali
sotto i fanali
l'oscurità
e poi il ritorno in un paese diviso
nero nel viso
più rosso d'amore
Aida come sei bella
Aida le tue battaglie
i compromessi
la povertà
i salari bassi la fame bussa
il terrore russo
Cristo e Stalin
Aida la costituente
la democrazia
e chi ce l'ha
e poi trent'anni di safari
fra antilopi e giaguari
sciacalli e lapin

Aida come sei bella




Nessun commento:

Posta un commento