VIAGGI - PARAGUAY's photo story

Questa tappa non era prevista nell'itinerario che avevo pensato per questo viaggio in Sud America, itinerario che potete consultare nel : SULLA MIA PELLE: Fame di Sud America. Essendo riuscito però a muovermi abbastanza velocemente in Bolivia e non essendo rimasto molti in giorni in Cile, mi sono ritrovato con la possibilità di entrare in Paraguay e di attraversarlo per raggiungere l'estremo est dell'Argentina verso le cascate dell'Iguazù.  La mia permanenza in Paraguay non è stata ne lunga ne particolarmente lieta. Ho attraversato il Paese da Ovest a Est, da Asunciòn a Ciudad del Este. Ho conosciuto forse il più povero dei Paesi del Sud America con le sue contraddizioni e le sue anomalie. Non posso però, anzi non voglio, dare un giudizio tout-court sul Paraguay. Non ho visitato infatti molti luoghi che a detta di un amico, del cui giudizio "viajero" mi fido molto, avrebbero cambiato probabilmente la mia opinione. Il Paraguay non è evidentemente ben rappresentato dalla sue due città più importanti, molto altro c'è da scoprire sopratutto nella parte rurale del Paese, nell'immensità del Chaco paraguajo e del Pantanal
Le foto che vedrete sono poche. Esclusa la vastità del fiume Paraguay, da cui prende il nome il Paese, e alcuni scatti che mirano a ritrarre la vita quotidiana della città non ho trovato molto altro degno di essere immortalato. Il museo delle belle arti di Asucnciòn fondato da Juan Silvano Godoi (del quale vi consiglio di approfondire l'interessante storia) è la dimostrazione che il potenziale del Paraguay non è ancora stato sfruttato. La guida, una signora di 60 anni, mi ha spiegato che possono esporre nel museo, per motivi di spazio, meno del 10% della collezione che conta 700 opere. Qesto perchè lo stato paraguajo non ha tra le sue priorità quella di investire nella cultura e quindi tutte le opere rimangono in un magazzino chiuse a chiave...
Altra storia che non conoscevo, relativa a questo Paese, e che vi consiglio di approfondire è la guerra paraguaiana nel 1865-1870. Guerra conosciuta come il più sanguinoso conflitto del Sud America e che ha visto il Paraguay affrontare la triplice alleanza costituita da Argentina, Brasile ed Uruguay. Alla fine della guerra il Paraguay uscì sconfitto e fu smembrato tra le potenze vincitrici. Questo spiega sicuramente la fonte della povertà che il Paese dimostra ai giorni nostri...



Prima del racconto fotografico troverete il diario che ho tenuto su Facebook attraverso l’hashtag  #KryptoniteversoSUD2015.



ITINERARIO - Circa 320 km

DIARIO DI VIAGGIO

21 agosto 2015
‪#‎KryptoniteversoSUD2015‬ Arrivato da poco in Paraguay, in quella che Wikipedia descrive così: è una delle più antiche città del Sud America, essendo nota come "Madre delle Città". Proprio da qui partirono le spedizioni che portarono alla fondazione di importanti città come Buenos Aires, Santa Cruz de la Sierra, Santa Fe, Corrientes e Villarrica. Mi trovo a: La Muy Noble y Leal Ciudad de Nuestra Señora Santa María de la Asunción, il raffreddore non mi molla ma qui c'è un bellissimo sole e tutta una città da scoprire Emoticono smile
— en Asunción.
22 agosto 2015
‪#‎KryptoniteversoSUD2015‬ Il Paraguay fino ad ora è stato impattante in senso negativo. Probabilmente è colpa mia, non lo sto capendo... Il paragone con l'Argentina è insostenibile, con solo aver passato una frontiera, mi sembra di essere stato catapultato in un altro tempo e in un altro continente... Caos, sporcizia, poca valorizzazione del patrimonio culturale nazionale e molto molto degrado... E questa è la Capitale! Lascio Asunción un po' deluso ma forse, come ho detto, sono io che non sono riuscito a cogliere la sua bellezza...
— estoy viajando a Ciudad del Este desde Asunción.


‪#‎KryptoniteversoSUD2015‬ Aggiornamento gastronomico del Paraguay: il mate si può bere anche freddo e questa versione si chiama Tererè, la sopa (zuppa) non è un pietanza liquida in tutto il Mondo, in Paraguay infatti è una torta salata preparata con farina, uova e formaggio ( ed è molto buona). Las chipas, nonostante la vicinanza con l'argentina, qui sono tutta un'altra cosa. Sono delle piccole ciambelle, come i "frati" in toscana però salati, preparati con farina, formaggio e la versione che ho provato conteneva anche semi di papavero. Per il resto asado ( crane alla griglia),asado,asado e ancora asado... 
— en Ciudad del Este.
24 agosto 2014
‪#‎KryptoniteversoSUD‬ Sono dovuto tornare in Paraguay per regolare il mio transito migratorio. La signorina Linares, ufficiale di migrazione paraguja ha ceduto al mio irresistibile fascino italiano e mi ha timbrato, senza farmi la multa, l'uscita dal Paraguay con 3 giorni di ritardo. In realtà ho avuto una fortuna sfacciata altro che fascino... Secondo il mio passaporto ho acquistato il dono dell'ubiquità, infatti negli ultimi 3 giorni sono stato contemporaneamente in Paraguay e in Argentina...Emoticono smile Adesso sto preparando la mia unica valigia/zaino per il lungo viaggio, 22 ore di bus, verso Rosario e la casa natale di Ernesto Guevara de la Serna. Domani lascerò un luogo magico, intenso e mistico che sicuramente rivivrà migliaia di volte nella mia memoria ma come ha scritto Loick Peyron "Il più bel viaggio, è quello che non è stato ancora fatto " quindi, zaino in spalla e pronto per la prossima meta...
— en Puerto Iguazú.

PHOTOSTORY



































Vuoi dei consigli su cosa vedere, dove dormire e dove mangiare? 
Allora guarda le mie recensioni su Trip Advisor
Se invece vuoi continuare a viaggiare per altre destinazioni ed immergerti in altre culture attraverso le mie foto, vieni a scoprire l'Atlante Fotografico dei miei viaggi oppure visita la sezione Isole e Arcipelaghi 

Caminante, son tus huellas
el camino y nada más;
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
Al andar se hace el camino,
y al volver la vista atrás
se ve la senda que nunca
se ha de volver a pisar.
Caminante no hay camino
sino estelas en la mar.

Antonio Machado


Nessun commento:

Posta un commento