CRONACA: l'Islam non è tollerante! Almeno cosi ci raccontano...

L'Islam non è tollerante, questo ci raccontano i fatti. Un sacco di informazione sui giornali nelle televisioni, nelle radio: tutto e tutti ci parlano di Islam. Ma sono i fatti che ci raccontano che l'Islam non sia tollerante o è CHI ci racconta i fatti  a dire che l'islam non sia tollerante?

Mi spiego meglio. Se apriamo un giornale qualsiasi, praticamente in ogni pagina troviamo un riferimento diretto o indiretto all'Islam ma sorpresa delle sorprese, tutto quello che ci viene detto sui questa religione e sui suoi fedeli è negativo. Una domanda dovrebbe dunque sorgere spontanea a chiunque sia abituato a ricevere delle nuove informazioni applicando un criterio di analisi critica, un sorta di filtro che permetta di essere equidistanti rispetto a ciò che ci arriva sotto forma di informazione: ma l'Islam è davvero solo questo? Possibile che non arrivi proprio niente di buono dai musulmani?
Certo, i difensori dell'Islam potrebbero rispondere facendo storiche citazioni di tolleranza risalenti ai tempi di Saladino (1137 – Damasco, 4 marzo 1193) e i suoi detrattori inizierebbero a chiamare in causa l'autodenominato Stato Islamico ed i recenti fatti di Colonia del 31 dicembre 2015.
Io mi limito a fare una semplice osservazione. Viene data la stessa importanza ai fatti di cronaca che ci mostrano aspetti dell'Islam diversi, aspetti nuovi, progressisti, tolleranti e innovativi rispetto ai fatti cronaca che demonizzano questa religione?
Ognuno di voi farà la sua considerazione rispetto a ciò che ritiene essere la sua conoscenza del tema e il suo personale consumo quotidiano di informazione massiva.
Ecco la mia di riflessione.
Personalmente ritengo che da parte dei mass media "occidentali" il tema dell'Islam sia trattato molto superficialmente e che VOLONTARIAMENTE venga dato spazio SOLO a determinati temi relativi al mondo musulmano.

Di seguito due esempi  recenti (gennaio 2016) di Islam tollerante, se non ne avete sentito parlare, allora forse dovreste riflettere su quale tipo di informazione stato consumando quotidianamente.

ITALIA
Campagna su Facebook circolata nei giorni scorsi (gennaio 2016)



“Mi chiamo Wajahat Abbas Kazmi, ho 30 anni, sono musulmano e provengo dal Pakistan.
Sono residente in Italia da più di 10 anni, dopo averne passati 17 nel mio paese. La gente omosessuale, nel mio paese, vive nell'assoluta discriminazione ogni giorno – sicuramente più che Italia, dove, a suo modo, la discriminazione si fa sentire. Il motivo principale di quest’atteggiamento è che la popolazione musulmana pensa che le relazioni omosessuali siano vietate dalla religione; ma si sbagliano. Nel Sacro Corano c’è scritto chiaramente:

“Nessun essere umano deve essere minimamente assoggettato da un altro essere umano” (82:19)

Questa è una prova sufficiente per dire che Allah ama l’uguaglianza, e che la religione non è utilizzabile come giustificazione della discriminazione.
Aderite alla campagna se anche voi credete nell'uguaglianza.»

SPAGNA

Fátima Taleb, una donna musulmana membro del gruppo di governo del Municipio di Badalona posa per una fotografia che ha fatto discutere. Fátima infatti, como richiesto dal suo ruolo politico,  ha appena sposato una coppia di omosessuali.(11 gennaio 2016)



Il fatto è stato qualificato come “incredibile” sulle reti sociali, come un esempio “ dell’apertura dello spirito islamico di tolleranza”. La notizia che una donna musulmana non abbia avuto nessun dubbio nel celebrare un matrimonio di omosessuali ha destato un positiva sorpresa in tutto il Paese.

In una intervista concessa al giornale EL PAIS, Fátima, dopo aver appreso la notizia di essere stata eletta disse che si sarebbe negata a togliersi il velo ma che la sua intenzione durante il mandato sarebbe stata quella di smontare miti e stereotipi sul’Islam. Sembra che sia sulla buona strada.

Vi consiglio di guardare questa intervista realizzata da due giornalisti della CNN a Reza Aslam, sociologo e studioso di religioni: vai al video

Voi cosa ne pensate?

------------------------------------------------------------------------

Non ti dimenticare di condividere l'articolo

e



Grazie!

La Fraternità non è un principio, è uno stile di vita!
A  presto, Diego
Se vuoi visitare l' archivio della sezione dedicata alla cronaca, clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento