CRONACA: viaggiare sicuri, si può?

Questo articolo è la risposta ad una domanda che una cara amica mi fece qualche mese fa. La domanda era la seguente: 
dove posso viaggiare "tranquilla" ?


Ho pensato e ripensato a come potevo cercare di condensare elementi di geopolitica, sociologia e sicurezza internazionale in uno strumento di facile accesso e utilizzo: questo articolo è la risposta. 
Qui troverete delle buone linee guida per potervi fare, in meno di 10 minuti, un'idea su quali siano i posti più "a rischio" nello scenario mondiale. Fermo restando che la sicurezza non è garantita da nessuna parte, neanche tra le mura domestiche, spero che questi strumenti possano essere utili per quanti vogliano viaggiare e sentirsi "sicuri". 

1 - MAPPE

Iniziamo con con una serie di mappe della Escola de cultura PAU di Barcellona. Queste mappe sono intuitive e di facile lettura ( per chi non parlasse inglese basta guardare i colori) e ci mostrano la situazione del mondo utilizzando 5 differenti filtri. 
P.S.
Le mappe sono in alta risoluzione quindi  vi consiglio di scaricarle sul vostro computer e di analizzarle zummando sulle aree di vostro interesse.  

CONFLITTI e PROCESSI di PACE / 2015



CONFLITTI ARMATI - 2016


CRISI SOCIO-POLITICHE /2016


PROCESSI di PACE / 2016


GENERE, PACE e SICUREZZA / 2016


2 - STATISTICHE

Non solo guerre e attentati possono rovinare il vostro viaggio. Bisogna pensare anche a furti, sequestri, intossicazioni e malattie. In seconda battuta vi propongo alcune statistiche che ci parlano con dei dati alla mano, di questi temi.

A- Lista delle 50 città più violente del mondo nel 2015

Preso dal sito web dell'organizzazione messicana JUSTICIA, SEGURIDAD y PAZun ente della società civile che si incarica tutti gli anni di stilare la classifica delle 50 città più violente del Mondo


Posizione
Città
Paese
Omicidi
Abitanti
Tasso* 
1
Caracas
Venezuela
3,946
3,291,830
119.87
2
San Pedro Sula
Honduras
885
797,065
111.03.00
3
San Salvador
El Salvador
1,918
1,767,102
108.54.00
4
Acapulco
México
903
862,176
104.73
5
Maturín
Venezuela
505
584,166
86.45.00
6
Distrito Central
Honduras
882
1,199,802
73.51.00
7
Valencia
Venezuela
1,125
1,555,739
72.31.00
8
Palmira
Colombia
216
304,735
70.88
9
Cape Town
Sudáfrica
2,451
3,740,026
65.53.00
10
Cali
Colombia
1,523
2,369,821
64.27.00
11
Ciudad Guayana
Venezuela
547
877,547
62.33.00
12
Fortaleza
Brasil
2,422
3,985,297
60.77
13
Natal
Brasil
921
1,518,221
60.66
14
Salvador (y RMS)
Brasil
1,996
3,291,830
60.63
15
ST. Louis
Estados Unidos
188
317,416
59.23.00
16
João Pessoa (conurbación)
Brasil
643
1,100,956
58.40.00
17
Culiacán
México
518
923,546
56.09.00
18
Maceió
Brasil
564
1,013,773
55.63
19
Baltimore
Estados Unidos
343
623,911
54.98
20
Barquisimeto
Venezuela
719
1,308,163
54.96
21
São Luís
Brasil
802
1,511,678
53.05.00
22
Cuiabá
Brasil
412
849,083
48.52.00
23
Manaus
Brasil
985
2,057,711
47.87
24
Cumaná
Venezuela
199
416,587
47.77
25
Guatemala
Guatemala
1,528
3,239,185
47.17.00
26
Belém
Brasil
1,101
2,402,437
45.83
27
Feira de Santana
Brasil
281
617,528
45.50.00
28
Detroit
Estados Unidos
295
672,193
43.89
29
Goiânia y Aparecida de Goiânia
Brasil
847
1,952,607
43.38.00
30
Teresina
Brasil
360
844,245
42.64
31
Vitoria
Brasil
802
1,910,101
41.99
32
New Orleans
Estados Unidos
164
395,71
41.44.00
33
Kingston
Jamaica
492
1,196,040
41.14.00
34
Gran Barcelona
Venezuela
334
833,328
40.08.00
35
Tijuana
México
668
1,708,679
39.09.00
36
Vitória da Conquista
Brasil
132
343,23
38.46.00
37
Recife
Brasil
1,492
3,914,317
38.12.00
38
Aracaju
Brasil
349
925,744
37.70
39
Campos dos Goytacazes
Brasil
175
483,97
36.16.00
40
Campina Grande
Brasil
146
405,072
36.04.00
41
Durban
Sudáfrica
1,237
3,442,361
35.93
42
Nelson Mandela Bay
Sudáfrica
413
1,152,115
35.85
43
Porto Alegre
Brasil
1,479
4,258,926
34.73
44
Curitiba
Brasil
1,121
3,230,061
34.71
45
Pereira
Colombia
153
469,612
32.58.00
46
Victoria
México
107
350,862
30.50.00
47
Johanesburgo
Sudáfrica
1,344
4,434,827
30.31.00
48
Macapá
Brasil
138
456,171
30.25.00
49
Maracaibo
Venezuela
477
1,653,211
28.85
50
Obregón
México
90
318,184
28.29.00

*il tasso è calcolato su 100 000 persone, per esempio a Caracas nel 2015 ci sono stati 119,87 omicidi ogni 100 000 persone.
Per fare un raffronto con il nostro Paese e aver le idee più chiare guardate questi dati.

In Italia, secondo i dati Istat, la media 2015 sul territorio nazionale è 0,83 / 100 000

Napoli 3,0 / 100 000
Bari 2,5 / 100 000
Palermo 1,5 /100 000
Catania 1,3 /100 000
Roma 1,0 /100 000
Milano 1,0 /100 000
Genova, Verona,e Firenze si attestano tra 0,3 e 0,5 su 100 000


B - Le 20 città più contaminate del Mondo secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) - dati 2016


Fonte articolo (ecoblog.it click qui)
Ci sono ben undici città indiane nella top 20 delle città più inquinate del mondo stilata sulla base dei rilevamenti delle PM2,5 nel database dell’Oms. La “tigre asiatica” ha superato persino la Cina per l’inquinamento da polveri sottili anche se va detto che la città più inquinata del mondo è Zabol, in Iran.

Il triste primato della località iraniana è dovuto alla scarsità delle piogge e al clima secco che favoriscono la sospensione delle polveri sottili nell’aria. Fra le città maggiormente inquinate del mondo vi sono anche la capitale araba Riyadh (quarta), quella indiana Delhi (undicesima) e la pakistana Peshawar (ventesima).

Ecco la graduatoria in base alle concentrazioni di PM2,5:

1° Zabol (Iran) 217
2° Gwalior (India) 176
3° Allahabad (India) 170
4° Riyadh (Arabia Saudita) 156
5° Al Jubail (Arabia Saudita) 152
6° Patna (India) 149
7° Raipur (India) 144
8° Barmenda (Camerun) 132
9° Xingtai (Cina) 128
10° Baoding (Cina) 126
11° Delhi (India) 122
12° Ludhiana (India) 122
13° Dammam (Arabia Saudita) 121
14° Shijiazhuang (Cina) 121
15° Kanpur (India)115
16° Khanna (India) 114
17° Firozabad (India) 113
18° Lucknow (India) 113
19° Handan (Cina) 112
20° Peshawar (Pakistan) 111

Nota bene
Per avere un riferimento in base alla normativa internazionale leggete cosa dice l'OMS sui livelli di concentrazione massimi consigliati: 

Nel 2006 l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), riconoscendo la correlazione fra esposizione alle polveri sottili e insorgenza di malattie cardiovascolari e l'aumentare del danno arrecato all'aumentare della finezza delle polveri, ha indicato il PM2,5 come misura aggiuntiva di riferimento delle polveri sottili nell'aria e ha abbassato i livelli di concentrazione massimi "consigliati" a 20 e 10 microgrammi/m³ rispettivamente per PM10 e PM2,5.

C - La Mappa delle varie epidemie nel Mondo

Healtmap.org, una vera e propria mappa delle epidemie nel Mondo che si aggiorna automaticamente ad ogni nuova segnalazione.
Il sito è stato creato da un gruppo di ricercatori del Boston Children’s Hospital e dell’Università di Harvard e raggruppa in diretta informazioni provenienti da circa 14 fonti sanitarie ufficiali. Healtmap.org è un sito molto interessante per chi lavora nel campo della salute, ma anche curioso per tutti e soprattutto per chi deve affrontare un viaggio.

Le zone colpite da epidemie vengono indicate da punti sulla mappa e un sistema di colori indica la gravità della situazione. Per visualizzare singole malattie vi basterà tener spuntata la malattia che vi interessa, ad esempio per la febbre suina: la casella relativa virus Swine Flu H1N1 sulla barra laterale di sinistra in Diseaseslast 30 days.

Curioso e utile all'occorrenza in caso di un viaggio. Da tenere nei preferiti anche perché i dati sono seri e certificati da fonti ufficiali. Tradotto in cinque lingue, ma manca ancora l'italiano.

3 - MINISTERO DEGLI ESTERI ITALIANO

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiana offre, tra gli altri,  due servizi davvero utili e direi da tenere assolutamente in considerazione quando si decide di mettersi in viaggio. 

"Dove siamo nel mondo" (fai click qui)
è un servizio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che consente agli italiani che si recano temporaneamente all'estero di segnalare - su base volontaria - i dati personali, al fine di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso. 

In tali circostanze di particolare gravità è evidente l'importanza di essere rintracciati con la massima tempestività consentita e - se necessario - soccorsi. 



"Viaggiare Sicuri" (fai click qui)
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale mette a disposizione del cittadino informazioni di carattere generale sui Paesi stranieri, ivi comprese quelle relative alle condizioni ed agli eventuali rischi per l’incolumità di coloro che intraprendono viaggi all'estero, avvalendosi di fonti ritenute attendibili, per consentire scelte consapevoli e responsabili.
Tali condizioni possono, tuttavia, variare nel tempo, in relazione al mutamento di vari fattori – anche di carattere naturale - non sempre prevedibili, rendendo i dati pubblicati (che rimangono, comunque, solo orientativi) suscettibili di continui aggiornamenti e modifiche. (scopri di più...)

--------------------------------------------------------------------------------------

Adesso avete tutto quello che vi serve per pianificare un viaggio preoccupandovi voi stessi della vostra sicurezza. Non dimenticatevi che ci sono molti professionisti del settore che vi possono orientare ed aiutare nella scelta. Ad ogni modo, qualunque sia il metodo che sceglierete il mio consiglio si riassume in tre parole:  VIAGGIATE, VIAGGIATE, VIAGGIATE!


La Fraternità non e un sentimento, è uno stile di vita!
A  presto, Diego
Clicca qui per saperne di più su di mese vuoi visitare l' archivio della sezione dedicata alla cronacaclicca qui. Oppure visita l'Atlante Fotografico dei miei viaggi o la sezione Isole e Arcipelaghi.


Leggi anche:

Basta pensare che tutti possono viaggiare (click qui)

Costruisci la mappa dei tuoi viaggi, GRATIS e in 2 minuti! (click here)

Ti sei mai chiesto quanto vale il tuo passaporto? (click qui)

--------------------------------------------------------------------------------

Condividi l'articolo e  
segui la pagina del blog su Facebook


Grazie!
Diego

1 commento:

  1. Riporto un commento arrivatomi su facebook da parte di Emanuele Sinesi, esperto viaggiatore e proprietario di una importante agenzia di viaggi a Pisa ( qui il link della pagina facebook della sua agenzia: https://www.facebook.com/CrociereMsc/?hc_location=ufi )

    "Caro Diego Battistessa l'articolo è molto dettagliato,quindi da un punto di vista giornalistico ineccepibile , dal punto di vista invece del viaggiatore un riassunto cosi dettagliato può portare allo sconforto perché comunque dove non ce pericolo di terrorismo vengono menzionate malattie o microcriminalità . Io da agente di viaggio esperto del settore e da grande viaggiatore preferisco fare una distinzione tra tipologia di viaggiatore : coppia giovane , coppia di terza età , single . famiglia etc.. e tra viaggio in libertà e organizzato ,ad esempio dei single o una coppia giovane in salute possono andare ovunque anche viaggiando in completa autonomia tranne dove sconsigliato dalla farnesina per motivi gravi quali di guerra o rischio rapimenti ( esempio il Venezuela ) mentre il terrorismo oramai si sa colpisce ovunque e scartare una meta per rischio terrorismo è ridicolo , per le famiglie e le persone di terza età consiglio vivamente di rivolgersi ad un agenzia in quanto un viaggio organizzato va a eliminare tanti rischi per la salute,microcriminalità,male organizzazione e altre cose dove magari dei giovani riescono a destreggiarsi meglio ma soprattutto si va spesso ad ottimizzare i tempi in una società dove il tempo non ce . Infine consiglio a nessuno di rinunciare a viaggiare per paura di quello che succede nel mondo in quanto ci sono sempre state problematiche e sempre ci saranno piuttosto consiglio di affidarsi ad un viaggio organizzato che in 15 anni e migliaia di persone mandate in vacanza al di la di chi è stato più o meno bene sono tornati tutti sicuri e in salute.
    Un abbraccio"

    RispondiElimina