VIAGGI - INDIA's photo story

L'India è stata per me amore a prima vista. Questo è il primo viaggio intercontinentale che ho fatto e rappresenta per me anche lo spartiacque tra la vecchia vita e quella attuale. Dopo quel viaggio qualcosa è cambiato: ho deciso di dedicarmi anima e corpo alla cooperazione internazionale ed al miglioramento delle condizioni di vita degli abitanti del Sud geopolitico del Mondo. Il primo viaggio l'ho realizzato nel gennaio del 2010, poco dopo essermi iscritto al Corso di Laurea di Scienze per la Pace.

Orchha - Aprile 2017
Ho avuto il piacere di viaggiare con degli incredibili compagni di avventura e di aver conosciuto Assefa Italia, l'ONG a carico dei progetti che ho avuto modo di conoscere durante questa esperienza. Ho viaggiato in lungo e in largo per lo Stato del Tamil Nadu ed ho potuto conoscere anche la vecchia enclave francese di Pondicherry. Le foto che trovere in questo link che state per vedere vi parleranno di quell'India del 2010.




Il mio secondo viaggio in India risale ad Aprile 2017. Questa volta ho percorso gli Stati di Delhi, Haryana, Rajasthan, Uttar Pradesh e Madhya Pradesh fino alla frontiera terrestre con il Nepal (fai click qui per le foto). Ho viaggiato attraverso il triangolo d'oro (Delhi, Jaipur e Agra) per poi percorrere luoghi meno battuti dal turimo di massa ed immergermi in lunghi viaggi via terra tra le campagne indiane. Nel link a continuazione potrete vedere il reportage fotografico di questo incredibile angolo di mondo che custodisce alcuni dei luoghi più affascinanti e mistici che abbia mai avuto il privilegio di visitare.  

“Chi ama l’India lo sa: non si sa esattamente perché la si ama. E’ sporca, è povera, è infetta; a volte è ladra e bugiarda, spesso malodorante, corrotta, impietosa e indifferente. Eppure, una volta incontrata non se ne può fare a meno. Si soffre a starne lontani. Ma così è l’amore: istintivo, inspiegabile, disinteressato.
Innamorati, non si sente ragione; non si ha paura di nulla; si è disposti a tutto. Innamorati, ci si sente inebriati di libertà; si ha l’impressione di poter abbracciare il mondo intero e ci pare che l’intero mondo ci abbracci. L’India, a meno di odiarla al primo impatto, induce presto questa esaltazione: fa sentire ognuno parte del creato. In India non ci si sente mai soli, mai completamente separati dal resto. E qui sta il suo fascino”.

Tiziano Terzani da "Un altro giro di giostra"
-----------------------------------------------------------

Vuoi dei consigli su cosa vedere, dove dormire e dove mangiare? 
Allora guarda le mie recensioni su Trip Advisor
Se invece vuoi continuare a viaggiare per altre destinazioni ed immergerti in altre culture attraverso le mie foto, vieni a scoprire l'Atlante Fotografico dei miei viaggi oppure visita la sezione Isole e Arcipelaghi 

Caminante, son tus huellas
el camino y nada más;
Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
Al andar se hace el camino,
y al volver la vista atrás
se ve la senda que nunca
se ha de volver a pisar.
Caminante no hay camino
sino estelas en la mar

Antonio Machado

Nessun commento:

Posta un commento