CRONACA: TOP MANTA, la nuova marca registrata dei venditori ambulanti spagnoli

Dalla Spagna arriva un'iniziativa che potrebbe rivoluzionare la vendita ambulante. Se non avete ancora sentito di TOP MANTA state tranquilli, è solo questione di tempo. 

Aziz Fayé, portavoce del Sindacato Popolore
dei Venditori Ambulanti di Barcellona

Cos'è TOP MANTA?  

Top manta è un'espressione popolare utilizzata in Spagna per indicare l'attività di esporre e vendere sulla strada dei prodotti falsificati a prezzi nettamente inferiori agli originali. Quest' attività è illegale in Spagna, e quando un ufficiale di polizia si avvicina ai venditori, chiamati "manteros", questi ultimi raccolgono i loro campioni il più velocemente possibile per poter fuggire alla retata. I prodotti vengono esposti su di un telo o una coperta (manta in spagonolo, da qui il nome
di manteros) per facilitarne la raccolta in caso di fuga. I prodotti più contraffatti e più venduti sono CD musicali, DVD e video giochi commerciali che violano il copyright. Molto venduti sono anche capi d'abbigliamento e orologi. I manteros di solito svolgono la loro attività nelle zone pedonali delle città più turistiche della Spagna, concnetrandoosi nelle città che ospitano festival o altri eventi che attirino un gran numero di persone. 


Persone che si dedicano alla vendita
ambulante "manteros" a Barcellona

"Per noi si tratta di un marchio etico e popolare, per questo abbiamo deciso di utilizzarlo", ha spiegato Aziz Fayé, portavoce del Sindacato Popolore dei Venditori Ambulanti di Barcellona durante la presentazione del nuovo logo. Si tratta di un simbolo che vuole "lasciarsi alle spalle il razzismo e la violenza", dice Faye. 

Il logo "Top Manta"

Il design del logo simula una coperta in movimento, un'immagine molto familiare perché ricorda l'azione che si produce quando i venditori scappano dalla polizia. Il logo vuole anche evocare le onde del mare e le barche piene di immigrati che lasciano i loro paesi in cerca di un futuro migliore. "Abbiamo pensato in un primo momento nell'utilizzare una canoa, il mezzo con il quale, dopo lunghi viaggi, molti di noi  sono arrivati qui. Pero abbiamo visto che ciò che ci identifica è la coperta in movimento che ad ogni modo ricorda la sagoma di una barca tra le onde ", dice Faye. 

Al momento, i partecipanti a questo progetto hanno iniziato a vendere solo magliette ma sono già pronte scarpe da ginnastica e borse africane con il nuovo logo.
I commercianti tradizionali hanno però  dimostrato il loro rigetto all'iniziativa, ricordando che anche se il nuovo logo non viola i diritti dlla proprietà intellettuale delle marche registrate, l'attività dei "manteros" rimane illegale, in quanto non sono in possesso dell'autorizzazione dei comuni e non pagano le tasse. 
In ogni caso, il nuovo logo è solo una delle iniziative lanciate dai venditori per attirare l'attenzione della scoietà spagnola sulla loro precaria situazione. Decine di venditori ambulanti si sono riuniti questa settimana davanti al Congresso dei Diputati  per chiedere la depenalizzazione della vendita in strada e protestare contro le azioni indiscriminate della polizia contro il loro collettivo.

Fonte: El Mundo, El Pais 

-----------------------------------------------------


Grazie!

La Fraternità non è un principio, è uno stile di vita!
A  presto, Diego
Se vuoi visitare l' archivio della sezione dedicata alla cronaca, clicca qui.

Nessun commento:

Posta un commento